L'artista

 

Marco Francesco Bardi è nato a La Spezia nel 1953, dove risiede e lavora

 

  Formazione artistica

 

  Periodo 1969-1974

  Carrara: Liceo artistico, Scuola del Nudo, Scula del Marmo, Teatro.

 Partecipa a estemporanee e collettive in provincia di La Spezia, e Massa Carrara (vincendo anche qualche premio). Dà vita a vari gruppi artistici. Partecipa alla Biennale d'Arte Contemporanea Sezione Giovani a Dubrovinich. Segnalato a Foggia, Premio Primavera

 

Periodo 1975-1980

  Frequenta l'Austria e la Svizzera

 

Periodo 1980-1990

 

     Conosce, frequenta, collabora con un gruppo di giovani artisti romani: pittori, scultori, musicisti, attori, poeti, ballerini, cantanti, creando manifestazioni-performance, confronti, partecipando a dibattiti nei  vari Centro sociali: «Quasimodo», «Malafronte», ecc.

    Conosce Mario Schifano e il suo lavoro, con altri artisti contemporanei.

    Partecipa alla manifestazione culturale «Targa Europa 82», patrocinata dalla provincia di Roma e presieduta dagli onorevoli Mario Zagari, vicepresidente del Parlamento Europeo, e da Gian Roberto Lovari, presidente della Giunta Provinciale.   Vince il Premio per la pittura e con lui sono premiati: per il cinema, Stefania Sandrelli e Luigi Magri; per la scienza Piero Angela; per la TV Emilio Fede e, come scrittore politico, Giulio Andreotti.

    Partecipa a una importante rassegna organizzata da Paese Sera con il patrocinio del Comune e della Provincia di Roma con la presenza di artisti come: Brindisi, Calabria, Greco, Guttuso, Liberatore, Matta, Purificato, Vespigiani. Incontra personaggi della cultura messicana e viene ospitato a Cuernavaca. La prima esposizione gli viene organizzata a Città del Messico dall'ambasciata italiana tramite la direttrice dell'Istituto Italiano di Cultura dott.ssa Gabriella Pasqualini. A Città del Messico frequenta esponenti di spicco della pittura messicana come Tomas Parra e con lui esegue un murale di sette metri per tre, commissionatogli dalla Signora Guadalupe Vallejio de Bronson.

     Quando rientra in Italia parte per Berlino Ovest dove conosce il collezzionista italiano Massimo Mannozzi per tramite del quale conosce e frequenta personalità e artisti contemporanei provenienti da più nazioni che però operano a Berlino.

     Rientra a Firenze e poco dopo parte per il Venezuela, invitato dal celebre giornalista radiotelevisivo Saurdo Castillo che gli aveva organizzato esposizioni e stage nelle università di Valencia e Merida.

     Rientra in Italia e parte per Cuba (Habana) dove tiene una performance con lo scultore Pedro Pulida (soldato di Che Gevara) nella scuola d'arte S. Alejandro, dove insegna conoscendo anche la figlia di Che Gevara (Celia). 

 

Personali

 

  1975      Hotel Jolly, La Spezia  

  1976     Mostra itinerante a Carrara organizzata dall'Istituto Italiano di Cultura

 1977     Spazio Bradfor, New York (Stati Uniti)

  1978    Consolato italiano, Lucerna (Svizzera)

  1979    Comune di Linz (Austria)

  1980    Comune di Portovenere

  1981    Sala esposizioni Consolato Italiano\Città del Messico (Messico)

  1982    Galleria Interart, Roma

  1983    Galleria Interart, Roma

   1984   Spazio Cinematografico De Paolis, Roma

   1985   Galleria Flores, Città del Messico (Messico)

   1986    Galleria Carmine, Firenze

   1987    Palazzo Berghini, Sarzana /Glass Gallery, Zurigo (Svizzera)

   1988    Galleria Midas, Città del Messico/Galleria Il Ponte Manarola, Cinque Terre

    1989   Salone Steigenberger, Berlino Ovest (Germania)

    1989   Euroarte Expo, Roma

    1990   Arte Spazio, Bologna

    1991    Galleria Bauer Arosa (Svizzera)

    1992      Galleria Midas, Città del Messico

     1993    Esposizione Sala Braulio Salazar, patrocinata dall'Università dei Carabobo, settore della cultura e dell'espressione plastica, Valencia (Venezuela)

     1994    Esposizione al Palazzo della Cultura con stages dell'Università Città di Merida (Venezuela)

    1994-96   Spazio (tenuta Marinella), Comune di Sarzana, stages e performance con studenti, docenti, psicologi, musicisti, ballerini, registi, attori, scultori e poeti sul tema Dell'identità del maschile e del femminile. Sculture di 70 metri in erba, durata 45 giorni. Segnali di fumo, sugli indiani d'America durata 4 giorni con la partecipazione di Lance Henson (Chevenne), poeta, docente, portavoce del popolo degli indiani nelle Nazioni Unite. Festa del Pane sul lavoro dei contadini, durata 2 giorni.

    1997    Stages-performance Scuola d'Aree «San Alejandro», Habana (Cuba)

   1997-98 Docente orafo corsi Unione Europea DG VFSE, Ministero del Lavoro UCO FLP, Regione Liguria, provincia della Spezia

    1998  Galleria l'Angolo, Forte dei Marmi

    1999  Galleria l'Angolo, Forte dei Marmi 

    2001  Installazioni video, eventi, presenze. Francia, Lorena, Città di Villerup; Germania Berlino Erfurt; Forte dei Marmi; La Spezia